Doxee ottiene un rilevante contributo dalla regione Emilia-Romagna pari a 537 mila euro

Il progetto di ricerca finanziata è destinato a sostenere l’innovazione e l’attuazione dell’Agenda Digitale

Doxee (DOX:IM) comunica di aver ottenuto le agevolazioni previste dal Bando POR FESR 2014-2020 in forma di un contributo a fondo perduto per un ammontare pari a € 537.313,55.
Il Bando promuove la realizzazione di investimenti strategici volti a sviluppare nuove tecnologie in forte connessione con il tessuto economico regionale e in grado di avere forte ricadute occupazionali.
Doxee impiegherà le risorse ricevute per sviluppare un progetto di ricerca finalizzato a definire nuovi moduli della Doxee Platform™. Attraverso l’impiego di tecnologie come l’Intelligenza Artificiale (AI) saranno possibili analisi predittive ancora più sofisticate sulle esigenze di acquisto dei consumatori e verranno potenziati gli strumenti di comunicazione interattivi e multicanale, che sfruttando al massimo i big data, consentiranno di offrire informazioni sempre in linea con le aspettative degli utenti.

Sergio Muratori Casali, Amministratore Delegato di Doxee: “La Regione Emilia-Romagna e l’Unione Europea ci stanno dando l’opportunità di continuare a progettare nuove tecnologie che assicureranno ulteriore sviluppo economico e occupazione al nostro territorio nei prossimi anni. Grazie alle funzionalità di nuova generazione che integreremo nella Doxee Platform™, le aziende potranno avvalersi di potenti strumenti per l’analisi delle preferenze di consumo dei propri clienti e della capacità di personalizzare in tempo reale e in modo predittivo comunicazioni a loro rivolte, anticipandone i bisogni attraverso la valorizzazione delle informazioni e la comprensione delle intenzioni d’acquisto presenti nei Big Data, ma inespresse”.

Doxee è una PMI innovativa con una forte connessione con il territorio e da sempre fortemente impegnata nello sviluppo di nuove tecnologie, ne sono prova le tante collaborazioni con centri di ricerca e atenei come quelle con il Tecnopolo di Mirandola, l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e l’Università di Bologna, ma anche i costanti e consistenti investimenti per l’implementazione di nuove tecnologie. Doxee investe infatti da oltre 10 anni circa il 13% dei propri ricavi annui in ricerca e sviluppo.

Torna alle news