Doxee: crescita a doppia cifra per il primo bilancio da quotata

Primo anno da azienda quotata in Borsa e Doxee conferma una crescita a doppia cifra nel proprio bilancio.

Tra i principali risultati consolidati al 31 Dicembre 2019, troviamo i ricavi delle vendite pari a Euro 15,5 milioni, con una significativa crescita del +12,8% rispetto al 2018. Le linee di prodotto che hanno maggiormente contribuito all’aumento di ricavi sono state la paperless experience, con una crescita del +56%, grazie all’introduzione della fatturazione elettronica tra privati e verso la PA e l’interactive experience, che vanta un aumento del +298,7% rispetto all’anno precedente, grazie all’ideazione di nuovi casi d’uso che estendono il business verso mercati che prima non erano presidiati, come la Pubblica Amministrazione ed il settore assicurativo.

In crescita anche componente di fatturato estero, che si attesta al 15%, in accordo con le linee strategiche definite per lo sviluppo.

“Il 2019 è stato un anno di grande importanza […]. costanti sforzi portati avanti per consolidare e strutturare i processi di marketing e comunicazione hanno prodotto un forte impulso alla crescita, offrendo un flusso costante di nuove opportunità per la forza vendite, che hanno prodotto acquisizione di nuovi clienti. […]. Sottolineo infine quale evidenza particolarmente significativa la crescita del brand Doxee, grazie anche agli importanti riconoscimenti da parte delle più importanti firme di analisi a livello internazionale quali Forrseter, Aspire e Gartner. Doxee è stata collocata per ben due volte nei Tech Tide ed una volta nella recensione Now Tech da Parte di Forrester, nella Leaderboard di Aspire e nella Market Guide di Gartner. Questi riconoscimenti e questi risultati ci stimolano ad affrontare il futuro con lo stesso ottimismo che ci ha portati fino a questo punto”

Sergio Muratori Casali, Amministratore Delegato di Doxee S.p.A

 

Per l’anno 2020, proseguiremo nel percorso di crescita che ha caratterizzato gli anni precedenti e confermiamo il forte impegno nell’investire in Ricerca e Sviluppo come per altro accaduto negli ultimi 10 anni.

Per approfondire, leggi il comunicato stampa completo qui.

Torna alle news